Skip to content
20 dicembre 2007 / luigi gavazzi

Un grafico per raccontare la campagna di Russia di Napoleone

Abbiamo già parlato della rappresentazione visuale delle informazioni come una delle tendenze Web più interessanti. L’Economist ci ricorda giustamente, però, come questa sia una tradizione vecchia (quindi chi lavora sul Web ha un sacco di esempi cui ispirarsi).
Ce ne propone alcuni ottocenteschi: una di Florence Nightingale che mette in relazione – in modo sorprendente – la mortalià dei militari con le principali cause di morte (1858); la seconda di Charles Joseph Minard (un ingegnere civile) che ha inventato metodi di rappresentazioni di dati considerati fra i migliori di sempre: il suo grafico mette insieme: spazio, tempo, temperatura, il percorso e la direzione (avanti e in ritirata) e il numero di soldati ancora in vita dell’esercito di Napoleone nella campaga di Russia del 1812. Ovviamente è di una efficacia tragica e agghiacciante (scusate, non è una battuta) E’ qui sotto (la linea nera è la ritirata. Dove diventa sottilissima è la Beresina). Forse dovremmo farci ispirare da tanta sapienza, immaginazione e inventiva nel raccontare storie, tanto più sul Web.


Il libro da cui partire pare sia The Visual Display of Quantitative Information, di Edward Tufte.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: