Skip to content
11 novembre 2007 / nico

Foto e privacy

Mantellini e Gilioli hanno due pareri ben diversi sull’utilizzo delle immagini pubblicate su blog e social network.

Dopo il caso Perugia, oggi la storia si ripete con la tragedia del dj di Roma ucciso da un agente: i principali siti (anche Panorama) riprendono le sue foto pubblicate su MySpace e Slide.

Voi cosa ne pensate?
(Io pendo dalla parte di Giglioli, ma sono un po’ combattuto. Forse serve un po’ di media&privacy education per tutti)

7 commenti

Lascia un commento
  1. briva / Nov 12 2007 9:17 am

    Mi sembra ragionevole la riflessione di Giglioli

  2. confuso / Nov 12 2007 2:30 pm

    Rilancio:
    1) se le foto sono già online su Myspace, perché non linkarle, invece che copiarle e farne una gallery?
    2) se le foto sono in licenza cc copyleft no commerciale, gli editori dei siti di news le possono/devono prendere lo stesso?

  3. nico / Nov 12 2007 2:50 pm

    1) ok. lo stesso vale per i filmati di YouTube, di cui molte testate ancora non fanno l’embedding

    2) questo è un punto dolente. sarebbe già tanto citare (e linkare) la fonte.
    e comunque, almeno in linea di principio, lo scopo informativo va oltre quello commerciale. Non so, però, se la licenza “no commerciale” permetta esplicitamente l’utilizzo a scopo informativo (se no, è un limite della licenza, mica l’informazione è sempre gratuita?).
    e comunque per commerciale intenderei piuttosto gli utilizzi pubblicitari

  4. briva / Nov 12 2007 3:15 pm

    Se il “diritto di cronaca” può essere una giustificazione per bypassare i vincoli eventuali licenze, secondo me non può comunque essere una giustificazione per non mettere un link

  5. thebiker / Nov 12 2007 4:03 pm

    – consapevolezza che sfera pubblica e sfera privata su internet hanno significati parzialmente diversi dal mondo reale
    – buon senso
    – e la possibilità di licenziare in maniera diversa i contenuti che si autorizza o meno a riprodurre

  6. nico / Nov 12 2007 4:24 pm

    “- e la possibilità di licenziare in maniera diversa i contenuti che si autorizza o meno a riprodurre”

    esatto, ma su questo punto servirebbe un po’ di media education. la max parte degli utenti è consapevole dell’esistenza delle licenze CC, delle differenze? a guardare blog e profili vari, sembra proprio di no

  7. thebiker / Nov 14 2007 8:00 am

    > max parte degli utenti è consapevole dell’esistenza >delle licenze CC, delle differenze? a guardare blog e >profili vari, sembra proprio di no

    non è consapevole affatto
    sono d’accordo con te sulla necessità di fare cultura sull’esistenza e sull’uso delle licenze, ma credo anche che occorra trovare un sistema fruibile e immediatamente collegabile all’immagine postata, qualcosa di ben diverso dal limitarsi a buttare sul sito una paginetta di Faq

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: